Esperto di Semalt sul blocco dello spamming russo da Google Analytics

Gli spammer sviluppano continuamente nuovi tipi di spam che attaccano Google Analytics. Attualmente, c'è stato un afflusso di articoli spam dalla Russia con gli spammer che si stanno prendendo il loro tempo per sviluppare spam che raccoglieranno traffico. Esistono quattro tipi principali di spam: Analytic, Crawler, Legit bots e Search spam.

Affronta i problemi convincenti forniti dal principale esperto di Semalt , Alexander Peresunko e stai al sicuro dallo spam di riferimento.

Spam analitico

Sono anche noti come riferimenti fantasma. Sebbene non visitino il sito, vengono visualizzati nell'analitica durante lo spamming degli ID di Google Analytics. Lo spamming si svolge in modo casuale e ha lo scopo di indurre l'utente del computer ad aprire i propri siti di riferimento. Sono per lo più di origine russa.

Spam del crawler

Questi sono i tipi di spam che si caratterizzano per la loro natura strisciante su Internet che raccoglie informazioni. Si consiglia di evitare di visitarli a causa della loro minaccia di virus, quindi dovrebbero essere bloccati. Esempio di spam del crawler è lo spam con pulsanti per sito Web.

Bot legittimi

Sebbene i dati legali non siano comunemente osservati nell'analisi, a volte si concentrano sui contenuti nel tentativo di mostrarli nei motori di ricerca.

Cerca spam

Questi spam in realtà non visitano il proprio sito Web ma eseguono invece il ping dell'account di analisi nel tentativo di inviare spam ai propri obiettivi. Lo spam di ricerca può essere filtrato impedendo così la loro visualizzazione nell'account di analisi.

Misure di controllo dello spam

Sebbene gli spam sembrino collegarsi a siti Web, gli spam russi in realtà non coinvolgono i siti Web in cui sono visti. Di seguito è riportato un elenco di alcuni dei collegamenti spam più comuni e precisamente:

  • hulfingtonpost.com
  • 7makemoneyonline.com
  • cenoval.ru
  • pricereg.com
  • darodar.com
  • economy.co
  • blackhatworth.com
  • bestwebsiteawards.com
  • buttons-for-website.com
  • ilovevitality.com

La maggior parte di questi collegamenti non vanno al sito Web degli utenti, ma visitano invece gli ID utente degli utenti di Google Analytics. I loro collegamenti vengono visualizzati in risultati analitici che spingono gli utenti di Google a visitare i loro siti Web. Esempi di tali spam sono darodar e ilovevitality.com. Anche se gli spam non visitano il sito dell'utente, è essenziale impedire che vengano visualizzati nei risultati di Google Analytics. Le ragioni della necessità di bloccare gli spam sono:

  • io. È fondamentale disporre di dati precisi sul numero di persone che visitano il proprio sito in modo da poter effettuare un'analisi efficace. Questa informazione è importante nel determinare la frequenza di rimbalzo e la presenza di spam rende inaccurati i dati raccolti per l'analisi.
  • ii. La presenza di spam influenza negativamente le classifiche dei motori di ricerca. L'esistenza di spammer che sviluppano continuamente nuovi tipi di spam richiede l'esistenza di aziende come Misfit per combattere il vizio e rendere più agevole la gestione delle piccole imprese.

Gli spam di segnalazione possono essere combattuti utilizzando l'elenco di controllo TL:

1. Lo Strumento filtro bot può essere utilizzato per impedire la visualizzazione dei robot in un account Google Analytics facendo clic su "Visualizza impostazioni" e selezionando l'opzione "Filtro bot".

2. Tutti gli URL di spam russi devono essere filtrati aggiungendoli all'elenco di esclusione dei referral, inclusa l'opzione Visualizza filtri.

a) In caso di blocco dello spam di riferimento, visitare l'account Google Analytics e selezionare lo strumento "Filtro".

b) Seleziona l'opzione "Nuovo filtro" e inserisci il nome del dominio.

c) Sul tipo di filtro, selezionare l'opzione personalizzata e selezionare l'opzione Referral.

d) Digitare l'URL preciso che si desidera bloccare su "Pattern filtro".

e) La procedura d sopra deve essere eseguita per lo stesso dominio ma sull'opzione "Campo filtro" è necessario fare clic sul nome host.

f) Lo stesso processo si applica solo allo spam di ricerca che il "Campo filtro" deve essere sostituito con "Termine della campagna" e il modello è la parola leggibile alla lettera.

3. Si consiglia tuttavia di inviare una segnalazione a Google in caso di sospetti di codici dannosi.